Borsellino: il figlio Manfredi, "Mia sorella Lucia ha portato la croce". Crocetta assente nel giorno del ricordo

. Cronaca

E' toccato a Mandredi Borsellino, figlio del giudice assassinato dalla mafia con la sua scorta 23 anni fa a Palermo in via D'Amelio, pochi mesi dopo la strage di Capaci, ricordare la figura del padre nel giorno della commemorazione ufficiale ma soprattutto intervenire sul 'calvario' toccato alla sorella Lucia, assessore dimisssionario della giunta Crocetta (il governatore era assente), costretta a lavorare in un clima 'ostile' e oggetto di frasi disgustose, al telefono con il presidente della Regione, da parte del prof. Tutino riportate dall'Espresso (anche se la Procura ha smentito l'esistenza di quell'intercettazione). Manfredi Borsellino, commissario di polizia a Cefalù, ha parlato un pò a braccio e un pò leggendo davanti al presidente della Repubblica Mattarella per difendere la sorella che - ha detto - "ha portato la croce" ed ha subito "un calvario simile a quello di mio padre". "Siccome non ho intenzione in questa sede di commuovermi e non posso farlo vedere ai miei bimbi di tre anni, preferisco leggere parole pesate, importanti. Intervengo per mia sorella Lucia - ha detto Manfredi - che non può farlo, che non vuole parlare, anche perché i temi li ha affrontati nella lettera di dimissioni dal governo Crocetta con cui mia sorella ha lasciato la guida dell’assessorato alla Salute ha prodotto un silenzio sordo da parte delle istituzioni, di quelle regionali, in particolare. Quella lettera diceva e dice tutto. Andrebbe riletta tante volte. Dice tutto, indipendentemente dalle cose riportate dai giornali nei giorni successivi. Temi a lei già confidati, presidente Mattarella. Lettera di dimissioni che però ha prodotto qui un silenzio sordo da parte della Regione. È questo dice tutto indipendentemente dalle indiscrezioni giornalistiche su una frase". Al termine del suo intervento l'abbraccio commosso con Mattarella.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi