Pennetta, il trionfo ed il ritiro. Renzi in tribuna "Italia sorprende"

. Cronaca

Flavia Pennetta ha vinto la storica finale tutta italiana degli Open di tennis degli Stati Uniti e poi ha annunciato il ritiro. Incasserà anche un ricco assegno di tre milioni di euro e si sposerà con il collega Fognini. "Era il mio sogno, chiudere così", le sue parole dopo avere nettamente battuto in due set, come da pronostico, la corregionale Roberta Vinci, stremata dopo il successo sull'americana Serena Williams, la grande favorita del torneo. Matteo Renzi, in tribuna, sottolinea l'impresa "Vince l'Italia che sa sorprendere, orgoglioso di queste ragazze". Ed In Italia, in questo molto provinciale, si e'scatenata una montagna di stupide polemiche contro il premier per il suo viaggio a New York. Da destra e da sinistra, "va a rubare la scena alle tenniste", "su alluvioni e contestazioni non si e' mai visto". Ed ancora "e' la prima volta che un premier non va alla festa del Levante a Bari". D'Alema va in smash a Firenze: "Il partito e' abbandonato a se stesso. Frecciata anche da Emiliano, il governatore del Pd della Puglia, terra delle due tenniste: "Mi sarebbe piaciuto andare alla finale di New York ma il mio dovere me lo ha impedito. Per noi in Puglia la partecipazione e la responsabilità verso i cittadini sono un metodo consolidato". Ma perche' poi Renzi non dovesse andare alla finale in fondo non lo spiega nessuno. E Renzi e' fatto così', anche con qualche improvvisata che alla gente piace. Un po' populista lo e' e ci gigioneggia pure. E gli piace anche vedere arrabbiare gufi ed invidiosi. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi