Papa, neurochirurgo Fukushima "mai curato Bergoglio". Direttore Qn "Noi parlato di consulto". Basterebbero due parole di Francesco

. Cronaca

"Sono state scritte tante falsità', non ho mai curato Papa Francesco, l'ho incontrato una sola volta e non credo si ricordi di me". Il neurochirurgo giapponese Takanori Fukushima smentisce ogni voce sulla salute di Bergoglio al telefono con l'agenzia Ansa dalla sua casa americana di Raleigh in Nord Carolina. Dopo le tre smentite del Vaticano al Quotidiano nazionale, che ha tirato fuori la notizia di una piccola macchia nera al cervello del Pontefice, che sarebbe un tumore benigno, era arrivata anche quella della clinica di San Rossore, nella quale opera in Italia il luminare, anche se conferma di avere messo a disposizione un elicottero per Fukushima che si doveva recare in Vaticano. La clinica minaccia anche azioni legali. A stretto giro arriva una nuova replica del direttore Andrea Cangini (che nel suo editoriale di oggi aveva detto, pur confermando tutto, di non volere cadere in un gioco di repliche e contro repliche). "Fukushima - ha detto Cangini - ha impiegato tre giorni a smentire una notizia che noi non avevamo mai dato. Abbiamo solo riferito che il professore e' stato in Vaticano per un consulto, non per una visita, e questo non fa certo di lui il medico curante del Santo Padre". Intanto il medico ha rimosso proprio oggi dal suo blog i due post sulle missioni in Vaticano, una ad ottobre del 2014 e la seconda nel gennaio del 2015. Fukushima si da' anche una spiegazione, che se taceva forse era meglio: "Non parlo italiano, forse l'equivoco e' nato dall'operazione al cervello che io ho fatto su una persona di fattezze e di eta' simile a quella del Papa, con un nome che suonava simile". Certo e' difficile scambiare il Papa per un altra persona…. L'unica cosa che potrebbe mettere veramente a tacere tutto, per poi magari individuare chi e perché ha fatto uscire simili informazioni, sarebbero due semplici parole dirette di Francesco: "Sto bene, tutto falso!". E tutti speriamo di sentirgliele presto pronunciare in modo da rassicurare il mondo intero. E se nel passato non si parlava mai comunque della salute del Papa, uno come lui che non manca certo di innovazioni, potrebbe decidere di fare anche questa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi