Ansia per Zoff ricoverato da tre settimane, ma lui rassicura "Sto meglio, ho parato anche questa..."

. Cronaca

Ansia per Dino Zoff, 73 anni, ricoverato da tre settimane in una clinica romana, come ha rivelato il Messaggero, per un problema neurovegetativo che gli impedisce di camminare. Ma lui, un mito del calcio italiano, ha rassicurato sulle sue condizioni di salute. "Sto abbastanza bene, ho avuto delle complicanze di origine virale che mi hanno un pò scombussolato ma sono sulla buona strada. Per adesso l'ho parata..." ha detto a Repubblica. Non appena si è diffusa la notizia è stato subito un diluvio di testimonianze di affetto - lo ha chiamato anche Renzi - per il 'portierone' friulano, capitano quarantenne della nazionale azzurra che vinse i Mondiali del 1982 in Spagna. Giovanni Malagò, capo dello sport italiano, ha rassicurato anche lui: "Vista la mia amicizia e l'affetto con Dino Zoff e la moglie Anna, conosco la situazione sin dal primo giorno e l'ho seguita costantemente. La prima cosa che mi sento di dire è che voglio tranquillizzare tutti: siamo assolutamente in via di miglioramento". "Zoff è un uomo forte e una leggenda. Tifiamo tutti per lui. #ForzaDino", ha scritto la Juventus sul proprio sito internet (da calciatore Zoff ha giocato nell'Udinese, nel Mantova, nel Napoli e nella Juve; è stato poi allenatore e dirigente della Lazio nel corso di tutti gli anni novanta). "Abbiamo appreso in queste ore che Dino Zoff, capitano e leggenda dei colori bianconeri e della Nazionale, sta attraversando un difficile momento di salute, già in via di guarigione. Con la Juve il grande Dino - sottolinea la Juventus -, friulano dalla tempra d'acciaio e dall'immensa classe tra i pali, ha vinto sei scudetti, due Coppe Italia e una Coppa Uefa, disputando due finali di Coppa dei Campioni e una di Coppa Intercontinentale durante la sua carriera da giocatore, durata ben 11 stagioni. In panchina ci ha guidato alla conquista della Coppa Italia di San Siro e a quella della indimenticabile Uefa 1990. Campione europeo nel 1968 e mondiale in Spagna, nel 1982, Dino è uno abituato a non arrendersi mai. Zoff è un uomo forte e una leggenda. Tifiamo tutti per lui. #ForzaDino".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti: