Vecchioni vuol far parlare di se' :"Sicilia isola di merda"

. Cronaca

Roberto Vecchioni, nato a Carate di Brianza, da genitori napoletani "sputa" sulla Sicilia. Perché? Chissà, bisognerebbe chiederlo a lui, sempre che rispondesse con sincerità. Viene il dubbio che sia colto da delirio di onnipotenza o forse più semplicemente da un calo di popolarità. Molti direbbero imitando Renzi: "Vecchioni, chi?". Ad un incontro su padri e figli, il cantautore, ha detto "Sicilia, isola di merda". Spiegando "qui ci sono 400 persone su 200 senza casco e in tutti i posti ci sono tre file di macchine in mezzo alla strada e si passa con fatica". Le sue parole sono state pronunciate a Palermo e la platea ha rumoreggiato alla provocazione del musicista. Molti si sono alzati e se ne sono andati. Forse Vecchioni si ricorda una vecchia storia, Il 17 agosto 1079 venne eseguito a Milano un mandato di cattura firmato da un giudice del tribunale di Marsala, per spaccio di sostanze stupefacenti. Vecchioni venne arrestato e due giorni dopo venne trasferito nella casa circondariale di Marsala, dove rimase quattro giorni, prima di essere scarcerato. Il sottosegretario Vicari commenta: "Critiche volgari" . Anche i social sono scatenati contro il cantautore, mentre a sorpresa lo difende il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando: "Con le sue parole ci ha ricordato che la Sicilia merita molto di più e molto di meglio di ciò che ha oggi".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi