Il Papa evita via dei Condotti "la via ricca dei ricchi"

. Cronaca

Via dei Condotti a Roma, spezzata in due tronconi dal varco dei controlli per accedere a piazza di Spagna, dove il Papa ha ieri celebrato la festa della Madonna. Tutti controllati uno ad uno sotto i metal detector. Dalle 11 e' scattata la massima allerta sicurezza tra l'ira dei commercianti che hanno commentato: "Ci conveniva non aprire, negozi vuoti ed affari a picco". La zona era sigillata ma perlomeno proprietari e commessi delle prestigiose boutique della via del lusso e dei regali importanti, speravano che il Papa passasse anche da li' e stringesse mani e lanciasse sorrisi, come e' sua abitudine. Invece niente. E già lo scorso anno avvenne la stessa cosa, Francesco e' arrivato su una macchina normale, una Ford Focus, non la Papamobile, da via Due Macelli. Lo spettacolo offerto  dalla gente assiepata, lungo le strade per raggiungere la statua dell'Immacolata, in piazza Mignanelli, attigua a piazza di Spagna, e' stata toccante. Anche perché il Papa, come suole, non si e' risparmiato. Ha stretto mani protese, accarezzato bambini, confortato chiunque gli chiedesse un cenno d'attenzione. Solo quelli di via dei Condotti ci sono rimasti davvero male, nessun ripensamento del Papa per la "via ricca dei ricchi".  Così ha evitato di attraversare la strada dello shopping d'alto bordo. Ha perfino rinunciato alla rituale sosta nella piccola chiesa settecentesca situata all'imbocco della rinomata via. Troppo vicina… Qualcuno ha provato a chiedere qualche lume in Vaticano, Niente di ufficilale, ma la traduzione del gerco ecclesiale in lingua comune suona pressappoco così': "Viviamo in un periodo di grande affanno, i poveri aumentano. Per non insultare la miseria conviene che il papa non si faccia vedere accanto a botteghe che espongono cose preziose alla portata solo dei ricchi".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi