Inverno tropicale con 2,5 gradi in più. Natale tra i più caldi nella storia, ci sono le zanzare

. Cronaca

Siamo di fronte agli effetti del cambiamento climatico che sta sconvolgendo le stagioni con tutte le sue conseguenze. Fioriscono prematuramente le piante come fosse primavera, ci sono le zanzare ed animali come i ghiri non vanno in letargo. La temperatura a dicembre si e' innalzata di ben 2,5 gradi rispetto alla media, creando una situazione storicamente unica. Solo nel 97 vi fu un inverno abbastanza caldo. In più le piogge sono praticamente dimezzate, con punte di meno 80% al Nord con effetti sullo smog. Tanto che a Milano verra' bloccato per tre giorni il traffico ed a Roma sono previste targhe alterne per l'inizio della settimana. Se il Po, come molti altri fiumi, e' agli stessi livelli del periodo estivo, in alcune zone di montagna e' scattato l'allarme incendi per la presenza di erba ed arbusti secchi. naturalmente di neve neanche a parlarne. E nelle località' turistiche si ricorre alla neve artificiale, che provoca un paesaggio surreale, con quella striscia bianca e tutt'intorno un paesaggio boschivo tipicamente primaverile. L'alta pressione durerà fino a Capodanno, con relativa assenza di pioggia e temperature molto miti e molta nebbia. A partire da 2-3 gennaio la ritirata dell'alta pressione e il passaggio di correnti fredde ed umide dall'Atlantico potrebbero portare ad un cambiamento del clima, con piogge e temperature più vicine  alla norma.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi