Il richiamo del Papa, nessuna confusione tra la famiglia voluta da Dio e altre unioni.

. Cronaca

Presa di posizione di Papa Francesco all'udienza al Tribunale della sacra Rota sulla famiglia. "Non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione", le sue parole. A poco più di una settimana dal Family day, in programma il 30 gennaio, e alla vigiglia del voto del Parlamento sulle Unioni civili e sulla tanto discussa stepchild adoption, che consente l'adozione da parte di uno della coppia omosessuale di adottare il figlio dell'altro (e questo si porta dietro un altro spinoso problema quello dell'utero in affitto), arriva il fermo richiamo del Papa  sulla famiglia, con tanto di risvolti sociali e politici. Francesco ha ricordato come il Sinodo sulla famiglia abbia indicato al mondo "che non può esserci confusione  tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione". "La famiglia, fondata sul matrimonio indissolubile, unitivo e procreativo - dice Francesco - appartiene al sogno di Dio e della sua Chiesa per la salvezze dell'umanità". Poi spiega: "Dio ha voluto rendere partecipi gli sposi del suo amore, dell'amore personale che ha per ciascuno di essi e per cui li chiama ad aiutarsi ed a donarsi vicendevolmente per raggiungere la pienezza della loro vita personale. E dell'amore che porta all'umanità e a tutti i suoi figli, e per cui desidera moltiplicare i figli degli uomini per renderli partecipi della sua vita e della sua felicita' eterna". Pero' il Papa dice anche che la Chiesa non abbandona coloro che vivono nell'errore, che "continuano ad essere oggetto dell'amore dell'amore misericordioso di Cristo e percio' della Chiesa stessa"

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi