29 febbraio, anno bisesto. L'anomalia del calendario che si ripete ogni 4 anni con tanto di superstizioni

. Cronaca

29 febbraio con il 2016 anno bisesto, l'anomalia del calendario che si ripete ogni quattro anni da quando nel 46 a.C. Giulio Cesare, nella sua qualità di Pontefice Massimo, guidato dall'astronomo alessandrino, Sosigene, introdusse il nuovo calendario, che dal suo nome di condottiero romano venne chiamato "giuliano" con l'anno composto di 365 giorni e, ogni quattro anni, di 366 giorni. Fu una necessita' tecnica, occorreva recuperare le ore di scarto rispetto all'anno solare che dura 365 giorni e sei ore. L'aggiunta di un giorno serve proprio per riallineare il calendario con l'anno solare. Molti sono i detti polari, con tanto di superstizioni, riti scaramantici e catastrofiche previsioni, come nel 2012. Quando una profezia dei Maya prevedeva la fine del mondo per il 21 dicembre di quell'anno. Detti popolari ce ne sono svariati con il principale che tutti sanno, "Anno bisesto, anno funesto" che tende a racchiuderli tutti. Ma c'e' anche una tradizione che ha origine nel V secolo, in Irlanda, secondo la quale il 29 febbraio era l'unico giorno nel quale le donne potevano dichiarasi agli uomini. E c'era da sbrigarsi, altrimenti toccava aspettare quattro anni. Ma che significa bisestile? Il termine deriva dal latino "bisextus", due volte sesto. L'uso romano prevedeva il conteggio per due volte, negli anni bisestili, del sesto giorno che precedeva le calende di marzo, cioè' il 24 febbraio. Doppio giorno sesto, quindi bisesto. Poi, quando si comincio' a contare i giorni del mese partendo dal primo, il giorno bisesto  di febbraio si aggiunse alla fine e divenne appunto il 29. Per alcuni nati in questo giorno ci sono addirittura tre anni di "non compleanno", perché quello vero avviene solo ogni quattro anni. Tra  personaggi illustri nati il 29 febbraio c'e' anche Gioacchino Rossini(1792), oltre che grande musicista era un buon gustaio. A lui si deve il celebre filetto alla Rossini, fatto con filetto ai almeno tre etti, coperto di foie gras e tartufo bianco. Il tutto accompagnato da una salsa a base di fondo bruno. Chissà se il celebre chef Moisson del ristorante Cafe' Anglais di Parigi lo dedico' al grande compositore, proprio in occasione di uno dei suoi rari compleanni. Ora in una cittadina del nord Italia e' nata una simpatica festa per tutti i nati il 29 febbraio.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi