Black-bloc scatenati al Brennero, 18 agenti feriti. Ma l'Austria abbassa i toni "Nessun muro"

. Cronaca

Proprio mentre l'Austria abbassa i toni della sua polemica con l'Italia per i migranti e assicura che non costruirà nessun muro al confine, al Brennero si sono scatenati i black-bloc: scontri con la polizia, autostrada e ferrovia bloccate per diverse ore. Circa 500 anarchici e antagonisti provenienti dall'Italia, dalla Germania, dall'Austria e dalla Spagna hanno 'occupato' stamane la zona di confine per protestare contro il governo di Vienna lanciando sassi, petardi e fumogeni contro la forze dell'ordine che hanno risposto con lacrimogeni e cariche. Scontri anche violenti e alla fine 18 agenti contusi, 5 italiani arrestati e altri nove fermati. Alcuni feriti anche tra i black-bloc (tutti rigorosamente incappucciati e vestiti di nero). Nel primo pomeriggio è stato ripristinato il traffico sull'autostrada e sgomberati i binari della ferrovia occupati dai manifestanti. Ma proprio stamattina l'Austria aveva tirato il freno sul 'muro. Il neo ministro degli interni austriaco Wolfgang Sobotka parlando a Merano per il congresso della Svp aveva detto che "al Brennero non ci sarà nessun muro e il confine non verrà chiuso. Se l'Italia fa i suoi compiti non ci sarà neanche bisogno dei controlli". Ed aveva aggiunto:"Se la Germania può controllare verso l'Austria, non si capisce perché l'Austria non possa fare lo stesso verso l'Italia".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti: