Milano, l'ex pm di Mani Pulite Francesco Greco nuovo procuratore capo

. Cronaca

L'ex pm di Mani Pulite, Francesco Greco, titolare di  tante importanti inchieste e' il nuovo procuratore capo di Milano. Il Csm lo ha nominato a larga maggioranza e succede a Edmondo Bruti Liberati, andato in pensione nel novembre scorso dopo un'accesa polemica con l'ex procuratore aggiunto, Alfredo Robledo. E' stato preferito al pm milanese, Alberto Nobili. Per lui hanno votato i togati di Area e di Unicost, i laici di centrosinistra e Forza Italia. "E' il candidato migliore per la guida della procura di Milano, in un contesto in cui l'economia connota le attività illecite", aveva detto la relatrice Paola Balducci esponendo le ragioni della sua proposta a favore del magistrato. Classe 51, napoletano di nascita, cresciuto a Roma, e' figlio di un alto ufficiale della Marina. Melillo, il capo di gabinetto del ministro Orlando,un altro candidato, aveva rinunciato. La sua e' anche una scelta di continuità per la direzione dell'ufficio giudiziario più importante e nevralgico del paese. Greco, che e' stato il pm più giovane del pool di ani pulite, era considerato tra l'altro il più vicino a Bruti Liberati. La sua nomina inizialmente era stata proposta dal gruppo della "sinistra giudiziaria". Come a dire che la procura di Milano rimane una roccaforte della magistratura politicamente più schierata.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi