Corleone: la processione e un altro 'inchino', stavolta ancora più imbarazzante, quello davanti alla casa di Totò Riina

. Cronaca

Un altro 'inchino' molto, molto imbarazzante, per usare un eufemismo. E' quello che una processione per le strade di Corleone ha fatto davanti alla casa di Totò Riina. Non è il primo caso e forse, malgrado lo scandalo, non sarà neanche l'ultimo ma questa volta l'omaggio della confraternita di San Giovanni Evangelista, che ha organizzato la processione dei fedeli, non si è manifestato platealmente davanti alla casa di un piccolo boss della mafia come è avvenuto in casi simili in Sicilia o in Calabria ma davanti a quella del 'capo dei capi', Totò Riina, il pluriergastolano, oggi al 41-bis, capo di Cosa Nostra dal 1982 fino al suo arresto avvenuto nel 1993 ad opera del capitano 'Ultimo', dei reparti speciali dei Carabinieri (Riina, anche soprannominato 'u curtu' per via della sua statura o 'la Belva' per la sua ferocia sanguinaria). L'episodio è accaduto domenica scorsa: la processione si è fermata per un inchino davanti alla casa dove abita Ninetta Bagarella, la moglie di Totò Riina. L'episodio è stato raccontato da Repubblica, insieme alla decisione del commissario di polizia e del maresciallo dei carabinieri, presenti, che hanno subito lasciato il corteo religioso inviando una relazione alla procura distrettuale antimafia. Dai primi accertamenti è emerso che uno dei membri della confraternita di San Giovanni Evangelista, Leoluca Grizzafi (incensurato), è cugino di secondo grado della Bagarella. Amareggiato il parroco della chiesa di Santa Maria, irritato il vescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi: "Su episodi come questi non transigo. Ho già nominato una commissione d'inchiesta, sono in attesa di una relazione. Intanto, ho proposto al questore di Palermo di stilare un protocollo d'intesa, per prevenire altri episodi: propongo che d'ora in poi anche le soste delle processioni siano concordate con le forze dell'ordine, per evitare spiacevoli sorprese".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi