Dramma nella tendopoli, carabiniere uccide migrante che lo aveva accoltellato

. Cronaca

Rosarno, un dramma nella tendopoli che ospita gli immigrati, molti dei quali lavorano come braccianti agricoli. Un migrante "beveva ed era instabile", riferisce Don Roberto Maduri, parroco sempre presente nella baraccopoli, ha accoltellato alla guancia un carabiniere, che ha reagito sparandogli un colpo ed uccidendolo all'istante. Secondo quanto riferisce l'Arma, il militare e' intervenuto insieme ad un collega prr sedare una lite (che molto spesso si verificano, anche per le precarie condizioni di vita) tra due braccianti stranieri. Uno accusava l'altro di averlo derubato. Uno dei due migranti ha estratto un coltello ed ha ferito ad un occhio ed ad un braccio il carabiniere. A questo punto l'appuntato Antonino Catalano ha reagito sparando ed uccidendo il migrante. Sempre per l'Arma il colpo sarebbe partito accidentalmente. Anche il secondo carabiniere risulta ferito. Nel corso della lite gli hanno rotto la mandibola. Il migrante, secondo alcune testimonianze, in un impeto di follia avrebbe ferito anche altri profughi sempre usando un coltello da cucina. Matteo Salvini interviene subito: "Un immigrato ha accoltellato un carabiniere che si e'difeso, sparando. L'immigrato purtroppo e' morto. Un abbraccio al carabiniere, che spero non passi dei guai".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi