Virginia Raggi dichiara guerra ai topi: "Roma non è una pattumiera, multe più salate a chi sporca"

. Cronaca

Il neo-sindaco di Roma Virginia Raggi parte lancia in resta per la guerra ai topi che infestano la capitale. Dopo il video divenuto virale di alcuni bambini che a Tor Bella Monaca 'contano' i roditori che in pieno giorno si aggirano in cerca di cibo intorno a cassonetti sommersi dai rifiuti, immagini che hanno fatto il giro del mondo, il primo cittadino ha voluto rendersi conto di persona della situazione di degrado e stamane ha visitato la borgata della periferia est di Roma. Ha ascoltato le proteste dei residenti, ha promesso multe più salate per chi sporca la città ed ha chiesto la collaborazione di tutti i romani nella battaglia contro i comportamenti sbagliati e incivili che offendono la città. "Il caso della conta dei topi di alcuni bambini nel quartiere di Tor Bella Monaca è scioccante - ha commentato Raggi sul Facebook - Sarò chiara: a chi crede di poter trattare come una pattumiera la città consiglio prudenza, perché nei prossimi giorni con la Giunta metterò al vaglio l'ipotesi di un duro incremento delle sanzioni nei confronti di chi si macchia di comportamenti lesivi per le persone e l'ambiente". "Fa male ricevere segnalazioni come quelle che provengono in queste ore dal quartiere Prati, di cassonetti vuoti e rifiuti a terra, inclusi forni da cucina e vasche da bagno. Sabato era stato pulito ogni angolo ma l'inciviltà di alcuni ha prevalso sul bene della nostra città". Raggi ricorda come tra le priorità programmatiche del M5S condivise insieme ai cittadini "c'è l'emergenza rifiuti. Non a caso. E il perché è sotto gli occhi di tutti". "Non appena insediati - ha aggiunto - ci siamo messi al lavoro: in meno di due settimane ho incontrato il presidente di Ama Fortini, chiedendo che l'azienda fornisse report quotidiani e settimanali e dato immediatamente disposizioni all'assessora alla Sostenibilità ambientale Paola Muraro di avviare un piano di pulizia straordinario (che poi dovrebbe essere la normalità) in alcuni quartieri della città. In alcune zone il risultato è stato immediato, mentre altre versano ancora in un degrado che Roma certamente non merita". Su questa 'guerra' e sull'hashtag #RomaPulita lanciato dalla sindaca i romani si dividono sui social, tra ottimisti e pessimisti: per molti Virginia ce la farà a vincerla, per altri i roditori continueranno le loro scorribande tra i piedi dei passanti e a far 'divertire' i bambini...

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi