Segno di pace, musulmani e cattolici insieme in Chiesa. Solo qualche iman e pochi cattolici. Molti non vogliono confondere Dio con Allah

. Cronaca

Un gesto di alto valore simbolico, senz'altro un bel gesto che risponde all'invito del Papa al dialogo e che rifiuta una visione di guerra tra religioni. Papa che ha anche lanciato il suo grido di fratellanza: "Dio fermi il terrore". Cattolici e musulmani hanno pregato insieme per dire no al terrorismo nella giornata promossa dalle comunità islamiche dopo l'assassinio di padre Jacques Hamel nella Chiesa di Rouen. Ma non solo in Francia anche in Italia in diverse Chiese si e' svolto lo sesso rito. Appelli alla pace, alla solidarietà ed alla misericordia, un giorno di preghiera comune, con un messaggio comune. "Siamo tutti fratelli" lo spirito dei musulmani presenti uniti contro "l'ultimo selvaggio crimine in netta opposizione a tutti gli insegnamenti dell'Islam". E se alle parole seguiranno i fatti potrebbe essere davvero una svolta. Spetta proprio ai moderati musulmani (i cattolici nulla c'entrano con il terrorismo) far si' che tutto il loro mondo sia compatto nell'evitare una guerra di religione e magari essere i primi a denunciare i possibili terroristi. Per ora le denunce sono pari allo zero. Ed il vero ed unico modo per combattere e sconfiggere i terroristi sarebbe quello che i loro correligionari facessero intorno a loro terra bruciata. Non aiutarli mai a nascondesti e fuggire e denunciarli subito alle autorità. Da Milano a Roma, da Napoli a Trento si sono svolte cerimonie comuni. A Roma nella Chiesa di Santa Maria in Trastevere si sono seduti in prima fila, davanti all'altare, gli iman di alcune moschee romane. Hanno anche preso la parola condannando il terrorismo chiedendo un dialogo di pace. Comunque l'iniziativa non e' affatto piaciuta alla maggioranza dei musulmani (hanno detto di essere in 15mila,ma hanno davvero esagerato) ed anche dei cattolici. Troppa la distanza religiosa se veramente si crede per pregare insieme. Si può dialogare insieme ma pregare insieme e' un altra cosa. Almeno questo e' quello che pensano anche la maggior parte dei cattolici, che in gran parte hanno disserrato le Chiese. Dove sono invece entrate persone laiche rispettose del confronto. Dio come Allah? Gesu' come Maometto? Un unico Dio per tutti? Molta confusione si sta introducendo nelle menti delle persone, soprattutto di quello che viene chiamato il popolino. I tradizionalisti cattolici poi sono infuriati e vedono in simili gesti i possibili segnali della fine della Chiesa. Altri ricordano profezie lontane di millenni e vedono apparire funesti presagi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi