Papa "Islam non e' terrorismo. La colpa e' del Dio denaro", "Stragi equiparabili a femminicidio".

. Cronaca

"Islam non c'entra con gli atti dei terroristi. Possiamo convivere bene". Ancora "Credo che non sia giusto identificare l'Islam con la violenza e il terrorismo. Non e' giusto e non e' vero". Lo ha detto il Papa nel volo che lo ha riportato a Roma da Cracovia. Francesco spiega: "Non mi piace parlare di violenza islamica. Sfoglio i giornali e vedo le violenze. In Italia uno uccide la fdanzata, un altro la suocera. Questi sono violenti cattolici". Poi una critica a quella parte di commentatori e di persone, che al contrario da lui, ritengano che l'Islam in qualche modo non affronti con la giusta forza il terrorismo, finendo per esserne in qualche modo corresponsabile: "Anche da noi ci sono dei fondamentalisti che possono uccidere con la chiacchiera e non soltanto con il coltello". Poi un paragone che potrebbe costargli qualche critica: "Chi compie queste stragi e' equiparabile ai mariti cattolici che ammazzano le mogli". Insomma femminicio equiparabile al terrorismo. Bergoglio, che ha raccontato di avere parlato con l'imam Al Azhar (le nostre due religioni vogliono la pace) ha individuato delle cause della violenza: "Abbiamo lasciato molti giovani vuoti di ideali e questi si aggrappano a droga e alcol". Sulla radici del terrorismo Il Papa affronta un terreno minato che gli e' costato tante critiche anche quella di essere marxiano (non marxista che e' quello che segue il credo politico di Marx, ma marxiano perché si ispira alle sue sue teorie) confermando la sua analisi. "Non so se dirlo, e' un po' pericoloso, ma il terrorismo cresce anche quando non c'e' un'altra opzione in un mondo che mette al centro dell'economia il Dio denaro, non la persona, l'uomo e la donna. Questo e' il primo terrorismo, un terrorismo di base contro l'umanità, Pensiamoci". Insomma le parole del Papa sembrano davvero essere prese dal socialismo scientifico di Marx. Na non c'e' nulla di male anche se si tratta di una visione, non da tutti condivisa, e di una impostazione fortemente ideologizzata, più politica che religiosa, del mondo e della sua natura. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi