Raggi e il caos rifiuti a Roma, "Rischio sanitario dietro l'angolo". Bocciata la sfiducia alla Muraro

. Cronaca

Il caos rifiuti domina la scena capitolina. Oggi il consiglio comunale riunito in seduta straordinaria su richiesta delle opposizioni ha bocciato la 'sfiducia' all'assessora Paola Muraro presentata da Fdi, 24 a 5 il risultato con il M5s a far quadrato intorno all'esponente della giunta Raggi. La sindaca ha difeso la Muraro dagli attacchi, se l'è presa con chi - il centrosinistra e segnatamente il Pd - ha governato Roma negli ultimi anni con la sola eccezione del periodo Alemanno ed ha lanciato un allarme sulla situazione della 'monnezza' parlando di "rischio sanitario" sempre dietro l'angolo e affermando che la crisi c'è ma non dipende certo da chi è arrivato al governo della città da pochi mesi ("Sto imparando a fare la sindaca"). "Oggi in primo luogo occorre affrontare la crisi in cui ci hanno trascinato. Noi siamo chiamati a fronteggiare uno stato di crisi sistemica con scarse risorse e tempi estremamente ridotti, dovendo sempre lavorare con il rischio sanitario dietro l’angolo. Il sistema della gestione dei rifiuti a Roma è ingessato, serve un tavolo istituzionale permanente con Regione, prefettura e Ama. Domani l’assessora Muraro si recherà in Regione e si inizierà a lavorare alla creazione di questo tavolo". Quanto all'assessora finita nella bufera per le sue consulenze all'Ama, la Raggi ha detto che "non si può eccepire che non sia competente, forse è diventata troppo scomoda? I suoi compensi, congrui e in linea con il mercato - ha continuato - ammontano a circa 1,1 milione di euro lordi, comprensivi di Iva e spese per lo svolgimento dell’incarico tecnico nell’arco di 12 anni". La Muraro - ha concluso - ha poi consentito ad Ama di "risparmiare ben oltre 900 milioni di euro per il lodo Ama-Colari". Ma nell'aula di Giulio Cesare il tema centrale è stato uno soltanto: la raccolta dei rifiuti. "Noi chiuderemo il ciclo dei rifiuti, voi non lo avete fatto per anni, noi lo faremo" ha sintetizzato la Raggi con l'ultimo contrattacco contro le passate amministrazioni Virginia Raggi , nel corso del consiglio comunale straordinario sui rifiuti, richiesto dalle opposizioni, va all’attacco. E punta il dito contro le passate amministrazioni: "Fatta eccezione per la stagione di Alemanno, il centrosinistra ha governato Roma. E in questi 40 anni la gestione dei rifiuti è stata affidata a Manlio Cerroni, la sua fortuna è tale che è stato chiamato l’ottavo Re di Roma"...  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi