Terremoto paragonabile a quello dell'Aquila devasta la provincia di Rieti. Morti e feriti, bambini sotto macerie. Amatrice, celebre nel modo per la pasta, non c'e' più

. Cronaca

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6 alle 3,36 del mattino con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti nel Lazio, ha devastato una vasta zona che va da Norcia ad Amatrice. E proprio ad Amatrice si registrano i danni più gravi, con il sindaco Sergio Perozzi, che racconta: "Il paese non c'e' più. C'e'gente sotto le macerie, temo morti". Sono crollati anche alcuni ponti e ci sono state fughe di gas. La scossa e' stata sentita fino a Roma. La zona colpita e' vasta ed arriva fino alla provincia di Ascoli Piceno, dove pure i danni sono gravi. Crollato il campanile d Castelluccio di Norcia. Nei paesi colpiti c'erano anche dei villeggianti dei turisti. Infatti Amatrice e Norcia sono famose nel mondo per i loro prodotti. La pasta all'amatriciana e' uno dei piatti simbolo dell'Italia all'estero, mentre Norcia e'famosa per i suo salumi e er la lavorazione del maiale. Il terremoto secondoalcuni esperti sarebbe addirittura paragonabile a quello dell'Aquila.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi