"Vivi per miracolo", crolla palazzina a Roma. Vigili del fuoco avevano dichiarato agibile la parte crollata

. Cronaca

Per pura fortuna a Roma, nella zona di Ponte Milvio, esattamente in via della Farnesina, una delle strade più conosciute ed eleganti di Roma Nord, non e' stata tragedia. Infatti una palazzina e' crollata, si e' sgretolata come in questi casi succede, in pochi attimi. 120 persone sono state evacuate, per sicurezza anche quelli delle case confinanti ed il bilancio ammonta ad una quarantina senza casa. Ma nessun morto e nessun ferito, e questa e' la buona notizia, anche se per gli sfollati sarà dura, nonostante le pronte promesse della neo sindaca, Virginia Raggi, che ha rimandato il suo viaggio a Palermo per la festa del M5S: "Non vi lasceremo soli". Chi ha rischiato di più sono proprio le nove persone , rimaste nella casa, dopo un sopralluogo dei vigili del fuoco, che avevano invece subito evacuata la parte rimasta in piedi. Testimoni raccontano che ieri i condomini di quella crollata avevano chiamato i vigili del fuoco, dopo avere notato una crepa al piano terra. I vigili, intervenuti nel pomeriggio, avevano evacuato una parte dell'edificio, mentre l'altra era stata dichiarata agibile. Proprio in quest'ultima vivevano nove persone che, con il passare delle ore, hanno continuato a sentire scricchiolii e vedere crepe allargarsi. Più volte hanno richiamato i pompieri che non sono più tornati sul posto, se non a crolla avvenuto. Un miracolo e anche la presenza di spirito di un abitante hanno evitato il dramma. "Ho  iniziato a urlare come un matto, svegliando tutti e convincendo a scappare anche gli indecisi. Gli scricchiolii sono iniziati venti minuti prima del crollo, poi e' successo tutto in un attimo", il suo racconto. Ora sarà la magistratura, che ha aperto un indagine, a dovere stabilire come sono andate le cose e perché la palazzina, costruita come molte altre in zona negli anni cinquanta, sia crollata. Tra le possibili cause un'infiltrazione d'acqua. Ma  Acea ribatte: "Condotte integre". Ancora impauriti i condomini accusano: " Ci avevano detto di stare tranquilli. Hanno rischiato di fare morire molte persone". A Roma c'e' stato anche che un precedente, in una zona vicina a via della Farnesina, a Lungotevere Flaminio, quando il 22 gennaio, otto mesi fa, si verifico' un incidente simile a quello di questa notte. Anche in quel caso non ci furono vittime, perché gli abitanti erano stati fatti evacuare. In quel caso il crollo, secondo la procura che sta indagando. potrebbe essere stato causato dai lavori di ristrutturazione del quinto piano. Ora bisognerà stabilire se anche a via della Farnesina erano state eseguite ristrutturazioni, spesso pericolose se riguardano la struttura della casa. Dire che la casa era vecchia perché degli anni cinquanta non regge, perché allora dovrebbe buttare giù e rifare mezza Roma, dove ci sono ancora e sono sicurissime abitazioni del primi del novecento e degli anni venti e trenta. Certo allora si costruiva in modo diverso, senza pensare solo al risparmio. Basta confrontare le mura delle vecchie case con quelle delle nuove. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi