La "cricca" dei figli di papa', corruzione e appalti. 35 arresti, in manette Monorchio jr, Lunardi jr indagato

. Cronaca

Una nuova retata per irregolarità nella gestione degli appalti delle Grandi Opere. I carabinieri di Roma hanno arrestato in diverse zone d'Italia 35 persone, ritenute responsabili a vario titolo di associazione per delinquere, corruzione e tentata estorsione. E' finito in manette anche un nome illustre, Giandomenico Monorchio, imprenditore e figlio dell'ex ragioniere generale dello Stato, Andrea. Giuseppe Lunardi, invece, figlio dell'ex ministro dei Trasporti, risulta indagato, ma a piede libero. Nel mirino sono finiti i lavori della Salerno Reggio Calabria, del People Mover di Pisa e quelli della Tav, per la realizzazione del terzo valico ferroviario Genova-Milano. All'origine dell'inchiesta del tribunale di Genova nasce da uno stralcio di Mafia-Capitale. Gli atti di corruzione, corruzione e turbativa d'asta riguardano l'aggiudicazione di commesse per 324 milioni. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi