Campidoglio, la Muraro (indagata) lascia. La Raggi tiene per sè le deleghe all'Ambiente

. Cronaca

Un altro colpo di scena nella tormentata attività della giunta Raggi: lascia perchè indagata l'assessora alla sostenibilità ambientale del Comune di Roma, Paola Muraro. E la sindaca Virginia Raggi, accogliendo le dimissioni, ha deciso di tenere per sè le deleghe all'Ambiente. Un altro terremoto annunciato in Campidoglio - l'avviso di garanzia alla Muraro per sue passate collaborazioni all'Ama circolava da aprile - e un'ulteriore grana per la sindaca Cinquestelle tra le proteste delle opposizioni (Pd e Fi) che parlano di un assessore "scappato di notte". In effetti la notizia dell'addio della Muraro è arrivata all'alba con una nota della stessa assessora che ha rimesso le sue deleghe nelle mani della Raggi. "Sono tranquilla e convinta di riuscire a dimostrare la mia totale estraneità ai fatti - afferma la Muraro - Tuttavia, per senso di responsabilità istituzionale e per rispetto verso questa amministrazione, ho deciso di dimettermi in attesa di chiarire la mia posizione. Oggi, tramite il mio legale, la Procura di Roma mi ha notificato un avviso di garanzia in riferimento all'articolo 256 del Testo unico sull'ambiente. Contestualmente sono stata informata che verrò ascoltata dalla Procura il prossimo 21 dicembre". "Ho appena finito una riunione di maggioranza. Ho comunicato ai miei consiglieri di aver accettato le dimissioni dell'assessore Paola Muraro. La stessa mi ha comunicato infatti di aver ricevuto da poco un avviso di garanzia per presunte violazioni del testo unico ambientale. Non sono entrata nel merito dell'avviso ma ho accettato le dimissioni e tengo per me le deleghe all'Ambiente" ha detto la sindaca Raggi. I Cinquestelle ritengono di poter individuare un  nuovo assessore entro al fine dell'anno.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi