Grillo: appoggio 'blindato' alla Raggi, "Er Sinnaco de Roma nun se tocca"

. Cronaca

Fiducia totale, anzi 'blindata' di Beppe Grillo a Virginia Raggi incappata nella bufera delle polizze vita a lei intestate dal suo ex-capo della segretaria Salvatore Romeo. Il co-fondatore del Movimento Cinque Stelle ha scritto di suo pugno un messaggio alla Raggi ("Cara Virginia ti scrivo...") per confermare tutto il suo sostegno alla sindaca della capitale. Il blog da parte sua ha pubblicato con assoluta evidenza un sonetto in romanesco di un elettore grillino intitolato"Er sinnaco de Roma nun se tocca", come dire che tutto il Movimento è al fianco del prima cittadina.  "Non deve essere facile ammettere i propri errori come tu hai avuto il coraggio di fare pubblicamente. Anche per questo hai la mia stima" dice Grillo che aggiunge:"In qualità di garante del del Movimento 5 stelle sono con te... perchè ora è chiara una cosa: hai contro tutti quelli che era possibile immaginare e ben oltre"..."Ad ogni attacco nei tuoi confronti sui giornali, per ogni insulto sessista degli ominicchi dei partiti, diffamazione sui media e cattiveria che giunge alle mie orecchie la mia stima ed il mio sostegno si fanno più forti"..."Roma ha bisogno del MoVimento 5 Stelle e ha scelto te per attuare il cambiamento che abbiamo proposto. Chi sta con te sta con il Movimento. E viceversa" conclude Grillo.  E lei su Twitter subito dopo "Grazie Beppe...". Sul qualche ora prima ecco il sonetto di Antonio Ventrone in difesa della sindaca:

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

"Dar primo giorno dopo l'elezzione

l'hanno accerchiata dandoje er tormento,




io ciò 'n idea de tutta a situazzione,
s'è messa contro quelli der cemento.

Sò entrati prepotenti ner privato,
vorebbero costrignela a la resa.
Quarcuno ha fatto i conti e s'è sbajato,
l'ho vista stanca e quarche vorta tesa.

E' stata troppo ingenua davvero
ha fatto quarche erore e chiesto scusa,
quello che dice sò ch'è tutto vero
da oggi l'hanno messa sotto accusa.

Le cose, certo stanno messe male
pe quelli che se sò arubbati tutto,
er tempo passa e la pressione sale,
quello che c'era prima sarà distrutto.

Giornali e giornalisti de regime
palazzinari, burocrati e banchieri
nun tornano li conti co le stime
se sò incazzati pure l'ingenieri

Virginia è onesta e pure preparata
er popolo ha capito, de chi fidasse
sippure tutti l'antri, sò in parata
faremo tornà i sordi ne le casse.

Fate attenzione quindi "brava" gente
er Sinnaco de roma nun se tocca
er popolo ha votato e nun se pente.
In verità ve dico: "puliteve la bocca"".

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi