Guerriglia urbana a Napoli per l'arrivo di Salvini. Il leader leghista: "Complimenti a De Magistris..."

. Cronaca

Scene di guerriglia urbana a Napoli - scontri con la polizia, cariche, lanci di bombe carta, sassi e molotov - per l'arrivo del leader della Lega Nord Matteo Salvini che ha tenuto un comizio alla Mostra d'Oltremare. Un comizio fortemente avversato dal sindaco De Magistris che fino all'ultimo si è opposto alla concessione della sala per la manifestazione elettorale leghista poi autorizzata anzi imposta dal prefetto in un crescendo di polemiche ("Respingo l'ordinanza, lo Stato ha deciso di far prevalere il capriccio di Salvini"). I disordini erano annunciati da parte degli anti-leghisti dei centri sociali intenzionati a dare Salvini un "foglio di via" ma forse nessuno si aspettava la violenza scatenata da circa 200 giovani incappucciati con felpe e zaini neri - come i black-bloc -  che hanno preso a un certo punto la testa del corteo composto da circa duemila persone, fino a lì pacifico, per attaccare le forze dell'ordine schierate in assetto anti-guerriglia. I facinorosi hanno lanciato sassi, molotov e bombe-carta. La polizia ha risposto con idranti, lacrimogeni e qualche carica, in particolare quando i black-bloc con una rapida conversione si sono spostati prendendo alle spalle gli agenti che si sono trovati per qualche minuto intorno alle 17,30 - mentre Salvini alla fine teneva il suo comizio annunciando l'intenzione di "portare in tribunale" De Magistris - tra due gruppi di violenti. In tutta la zona di Fuorigrotta, devastata, la gente è corsa via impaurita cercando riparo nei negozi mentre i violenti bruciavano auto, spaccavano vetrine e incendiavano i cassonetti della nettezza urbana. Scene già viste quando scendono in piazza gli antagonisti. Cinque i fermi tra i manifestanti. "La prossima volta che vengo a Napoli la manifestazione la facciamo in piazza del Plebiscito, così vediamo" ha detto Salvini aprendo il suo discorso alla Mostra d'Oltremare. "Quattro delinquenti che non sono Napoli. Una follia... sono vicino alla forze dell'ordine. Complimenti a De Magistris, sta tirando su una bella gioventù" ha aggiunto. Poi l’attacco ai manifestanti: "Vorrei che i conigli dei centri sociali fossero scesi in piazza contro la camorra ma forse hanno paura perchè qualche mamma o papà con la camorra ci campa". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 

. Solidarietà a Salvini dal presidente della Regione Campania De Luca (Pd).




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi