Strangolò e bruciò la sua ex: ergastolo. La madre di Sara: "Sono contenta, giustizia è stata fatta"

. Cronaca

"Giustizia è stata fatta. Una sentenza giusta. E' solo il primo passo, perchè so che non finirà qui, ma sono stata contenta quando ho sentito la parola ergastolo. Dopo un anno di pena e senza respiro una boccata d'aria fresca, anche se Sara non me la ridarà nessuno". Così la madre di Sara Di Pietrantonio, la giovane strangolata e bruciata dal suo ex-fidanzato Vincenzo Paduano che è stato condannato oggi alla massima pena. L'orribile delitto il 29 maggio dello scorso anno, in strada, in una zona poco frequentata della Magliana, alla periferia di Roma. Lui non accettava di essere stato lasciato. La sentenza è stata emessa, a conclusione del processo tenutosi con il rito abbreviato, dal gup Gaspare Sturzo che ha accolto tutte le richieste dell'accusa.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi