Tre sorelle rom morte bruciate nel rogo del loro camper. Omicidio volontario?

. Cronaca

Tre sorelle rom morte bruciate, altre otto persone - genitori e fratelli delle vittime - scampate per un pelo alla morte nella tragedia che si è consumata stamattina poco prima dell'alba a Centocelle, periferia est di Roma, quando un camper con all'interno un'intera famiglia di nomadi è stato avvolto dalle fiamme ed è andato completamente distrutto. Le tracce di liquido infiammabile trovato nei pressi del camper hanno indotto la Procura ad aprire un fascicolo con l'ipotesi di omicidio volontario e di incendio doloso. Secondo gli investigatori qualcuno potrebbe aver appiccato il fuoco sotto la roulotte e poi essere fuggito. Gli scampati al rogo - la roulotte era parcheggiata lì solo da qualche giorno - hanno raccontato d essere stati minacciati, anche di recente. Le tre sorelle decedute avevano 20, 8 e 4 anni. Il rogo è avvenuto in un piazzale di un supermercato in viale della Primavera. Sul luogo della tragedia si è recata la sindaca Raggi.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi