Niente sconti a Silvio, deve continuare a dare 2 milioni al mese a Veronica

. Cronaca

E niente: la Cassazione ha respinto il suo ricorso e Silvio Berlusconi deve continuare a versare due milioni di euro a mese alla moglie, separata, Veronica Lario. Forse il leader di Forza Italia, per risparmiare, sperava nella recente sentenza sempre della suprema Corte che ha mandato in soffitta il tenore di vita nell'assegno di mantenimento, stabilendo il principio dell'autosufficienza del coniuge, ma quella decisione riguardava e riguarda i divorzi, non le separazioni. E dunque Silvio continuerà, almeno fino al divorzio, a staccare mensilmente quel maxi-assegno perchè - ha sentenziato la Cassazione - "è uno degli uomini più ricchi del mondo" ed è "rilevante" la disparità dei suoi redditi rispetto a quelli della moglie Veronica Lario. Ribadito dunque il principio che la separazione "non elide la permanenza del vincolo coniugale" e il dovere di assistenza garantendo il precedente tenore di vita al coniuge.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi