Sequestrato un milione di euro a Fini. Per i pm "ideatore", per la Gdf "artefice" della vicenda Corallo e della casa di Montecarlo

. Cronaca

Grossissima tegola giudiziaria e personale per Gianfranco Fini. Altro che coglione, come lui affermo' per scagionarsi dalle accuse di riciclaggio dei soldi sporchi dell'imprenditore delle slot Francesco Corallo ottenuti evadendo le tasse. La Gdf ha eseguito un decreto di sequestro preventivo su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Roma di due polizze vita per un valore complessivo di un milione di euro. Tra l'altro i versamenti sono cessati nel dicembre del 2016, quando e' venuta alla luce l'indagine che lo coinvolge. Secondo gli inquirenti il sequestro di oggi trova fondamento nella "centralità progettuale e decisionale" assunta da Fini nella vicenda. Insomma la moglio Elisabetta, il famoso cognato Giancarlo Tulliani ed il suocero, sarebbero poco più che dei prestanome. Secondo il giudice delle indagini preliminari Simonetta D'Alessandro Fini sarebbe "l'ideatore" di tutto, perché partecipava "a tutte le fattispecie penali come concorrente ideatore, perfettamente a conoscenza dei singoli snodi, dei tentativi societari e delle conclusioni tese ai più usuali investimenti".  Giudizio pienamente condiviso dalla Gdf. Per i finanzieri che hanno svolto le indagini Fini e' stato "artefice dei rapporti che si sono instaurati tra Francesco Corallo e i membri della famiglia Tulliani, rapporti in forza dei quali costoro hanno ricevuto dallo stesso Corallo cospicue somme di denaro, in assenza di qualsiasi causale logica, ovvero in presenza di causali non collegabili a reali prestazioni effettuate". Ma c'e' di più per quello che riguarda l'immagine di Fini. Secondo la Guardia di Finanza, l'operazione di vendita dell'appartamento di Montecarlo "fu decisa da Gianfranco Fini nella consapevolezza di tutte le condizioni". Fini al di la' delle indagini e del processo che ne scaturirà ne esce completamente distrutto agli occhi del suo vecchio mondo di provenienza, quella destra (torto o sbagliato che sia)  che fa dell'onore e del rispetto per la propria donna uno dei suoi valori irrinunciabili. Fini invece ha subito scaricato tutto sulla famiglia della sua compagna. Se così fosse oltre che essere un delinquente sarebbe anche un traditore. Roba da non uscire più di casa se non costretto da qualcuno ad accompagnarlo.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi