Consip, indagati pm Woodcock e la giornalista Sciarelli per fuga di notizie

. Cronaca

Violazione di segreto d'ufficio. Nell'inchiesta Consip rimane intrappolato anche il pm napoletano John Woodcock, accusato di avere passato alcune notizie al fatto Quotidiano. Il tramite sarebbe stata la giornalista Federica Sciarelli, che conduce il programma Tv, "Chi la visto?", e per questo e' indaga anche lei con la stessa accusa.  Le e' stato sequestrato il cellulare. Il giornale a dicembre pubblico' alcune carte dell'inchiesta, che erano coperte da segreto istruttorio. Le indagini di questi mesi avrebbero accertato che dietro la fuga di notizie c'era proprio lui, il pm che conduceva la tanto discussa, anche per il coinvolgimento del babbo di Renzi, inchiesta sulla Consip. Il magistrato potrebbe essere sentito nei prossimi giorni dalla procura di Roma che si occupa del caso. Vari attriti sempre per l'inchiesta Consip ci sono stati tra le procure di Roma e quella di Napoli. La Sciarelli si  e' subito difesa: "Delle inchieste non mi dicd nulla. Tantomeno mi racconta ciò che e' coperto da segreto". Gia nel 2009 si pario' di "incompatibilità amicale" tra la giornalista ed il magistrato. Il sospetto era che che lui facesse fare gli scoop a lei. .Gli ingredienti del gossip giudiziario ci sono tutt,i grazie al magistrato che e' tra i più chiacchierati per via delle sue inchieste non sempre giunte a buon fine. La loro storia sentimentale e' nota da tempo alle cronache. Sulla vicenda interviene anche il giornalista del Fatto, autore degli scoop su Lolli e Renzi, per scagionare la coppia sotto  accusa. "Sono innocenti e la procura di Roma ha preso un granchio. Vado in procura oggi stesso "per fatto personale" e chiederò di essere ascoltato per chiarire tutto". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi