Il maniaco dell'ascensore: "Ci sono ricascato, curatemi..."

. Cronaca

Si è costituito a Milano ed è stato fermato l'uomo accusato di aver molestato ieri pomeriggio una ragazzina di 13 anni, seguita dalla scuola a casa e abusata nell'androne del suo palazzo n via Rubens. Una vecchia conoscenza: lo ha incastrato il modus operandi, sempre quello, e la testimonianza precisa della ragazzina. La polizia lo stava braccando e quando lui ha capito di non avere vie di fuga si è presentato in Procura accompagnato dal suo avvocato dicendo: "Pensavo di esserne uscito, di essere guarito, avevo una vita normale e una fidanzata, volevo sposarmi. Ma ci sono ricascato, curatemi". E'un italiano di 40 anni, Edgar Bianchi, fisico atletico, barman, pregiudicato, meglio conosciuto come "il maniaco dell'ascensore". Un soprannome che gli fu dato per il modo e i luoghi delle sue violenze: tra il 2004 e il 2006 terrorizzò Genova compiendo 25 violenze sessuali scegliendo come vittime ragazzine e ragazze dai 13 ai 19 anni, tutte molestate se non violentate negli androni dei palazzi o negli ascensori. Insomma un violentatore compulsivo preso e condannato nel 2006 a 14 anni e 8 mesi di reclusione. Di quei quattordici anni, tra riduzioni in Corte d'Appello, indulto e benefici, ne ha passati in carcere otto. Uscito di galera nel 2014 ha fatto perdere le sue tracce. Ora si indaga per verificare se non siano per caso opera sua anche gli ultimi episodi di violenza sessuale registrati nelle ultime settimane sempre a Milano.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi