Verona città "no aborto", donne insorgono contro la Lega. Polemiche nel Pd

. Cronaca

Verona vuole diventare città "no aborto". Una mozione della Lega, sottoscritta dal sindaco Federico Sboarina, è stata approvata dal consiglio comunale, con il voto a favore anche della capogruppo del Partito democratico, Carla Padovani. Immediate le prese di posizione in difesa dei diritti delle donne e contro il passo indietro in tema di interruzione volontaria della gravidanza, depenalizzata e disciplinata dalla legge 194 del 1978 e che prima di allora era considerata dal codice penale italiano un reato. Ora Verona - dove fino al giugno scorso è stato vicesindaco l'attuale ministro leghista per la Famiglia e le disabilità del Governo Conte, Lorenzo Fontana, noto per le sue posizioni antiabortiste - viene dichiarata "città a favore della vita" e si prevedono finanziamenti per associazioni e progetti a sostegno della maternità e della famiglia. Alla seduta hanno assistito alcune attiviste del movimento femminista "Non una di meno" - poi allontanate dall'aula - vestite con il costume delle ancelle della serie tv "Handmaid's Tale", dall'omonimo libro della scrittrice canadese, Margaret Atwood, ambientato in un futuro prossimo in una teocrazia totalitaria, che ha rovesciato il governo degli Stati Uniti. Il segretario Pd, Maurizio Martina afferma: "La legge 194 a difesa delle donne e della maternità consapevole non si tocca. Chi vuole ricacciare il paese nel passato degli aborti clandestini, deve sapere che tutto il Pd si è battuto e si batterà sempre per difendere questa conquista di civiltà a tutela della libertà e della salute delle donne. Non può esserci nessuna ambiguità su questo punto tanto più oggi, di fronte alle provocazioni di alcuni esponenti della maggioranza di governo che immaginano per l'Italia un ritorno al Medioevo". Di "uno schiaffo inaccettabile a Verona e alle sue cittadine" parla Alessia Rotta, deputata veronese del Pd, secondo cui si torna "indietro ad anni in cui le donne morivano per le interruzioni di gravidanza e proliferavano gli aborti clandestini".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi