Maltempo, piogge eccezionali. Il meteorologo Sanò, "rischio alluvioni per nord-ovest e Sardegna"

. Cronaca

In Sardegna l'ondata di maltempo ha già cominciato a colpire duramente, un ponte stradale è crollato nei pressi di Cagliari. Ma quello che lancia Antonio Sanò, fondatore de "ilmeteo.it" sito leader per la meteorologia in Italia, è un vero e proprio allarme: "Tra la serata di mercoledì 10 ottobre e giovedì 11 una perturbazione atlantica - alimentata da correnti molto fredde di provenienza artica - raggiungerà l’Italia da ovest, ma la sua corsa verso levante sarà frenata da un vero e proprio muro di alta pressione presente sui Balcani". Così, spiega Sanò, "la perturbazione si attarderà per molte ore sulle nostre regioni nord-occidentali e, in particolare, sul Piemonte, sulla Liguria e sulla Sardegna. Contemporaneamente si intensificherà un forte flusso meridionale di aria calda sospinta dai venti di scirocco che, grazie all'evaporazione dal mare, raccoglierà grandi quantità di acqua e giungerà stracolma di umidità, scaricandosi a ridosso dei rilievi sotto forma di pioggia incessante. I corsi d'acqua, spesso brevi e a carattere torrentizio, si gonfieranno rapidamente, innescando un grave pericolo idrogeologico, con un alto rischio alluvionale come già accaduto in passato". Al contrario, nota ancora Sanò, su "tutto il resto dell'Italia, invece, l'aria calda proveniente dai quadranti meridionali farà innalzare la colonnina di mercurio, portando le temperature a valori record per la stagione con 30 gradi in Sicilia, 28 a Roma e sul resto del centro-nord".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi