Corte Ue, Stato italiano recuperi ICI non pagata dalla Chiesa

. Cronaca

L'ICI non pagata tra il 2006 e il 2011 dalle attività commerciali gestite da enti ecclesiastici dovrà essere recuperata dallo Stato italiano. Lo ha deciso la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE), che ha sede in Lussemburgo, con una pronuncia in Grande Chambre che ha annullato la decisione in materia della Commissione europea del 2012 e ribaltato una precedente sentenza del Tribunale Ue del 2016, che sanciva "l'impossibilità del recupero a causa di difficoltà organizzative". Per la Corte l'esenzione dall'imposta comunale sugli immobili a vantaggio di scuole, cliniche e alberghi gestite da enti religiosi ha rappresentato un aiuto di Stato vietato dalle normative dell'Unione. E le mere "difficoltà interne" all'Italia, ed "esclusivamente ad essa imputabili", non sono idonee a giustificare il mancato recupero, "anche soltanto parziale, delle somme" dovute dalla Chiesa. Secondo stime dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) la somma recuperabile si aggirerebbe intorno ai 4-5 miliardi di euro. Il ricorso a livello europeo è stato portato avanti da una scuola elementare Montessori di Roma, la cui attività posta "in prossimità immediata di enti ecclesiastici o religiosi che esercitavano attività analoghe", per la Corte Ue si è venuta a trovare "in una situazione concorrenziale sfavorevole e falsata". L'avvocato Edoardo Gambaro che, assieme al collega Francesco Mazzocchi, ha presentato il ricorso - sostenuto anche dal Partito Radicale Nonviolento Transnazionale Transpartito - ha detto all'Ansa: dopo questa sentenza "se l'Italia non dovesse recuperare gli aiuti, si aprirebbe la via della procedura di infrazione. Inoltre, la Commissione sarà obbligata a una nuova decisione, valutando insieme allo Stato italiano le modalità di recupero delle imposte non riscosse". Anche Papa Francesco si era espresso sostenendo che chi fa affari con l'accoglienza e l'assistenza sanitaria è tenuto a pagare regolarmente le tasse. La Corte di Lussemburgo con la sua sentenza ha poi ritenuto legittima la normativa relativa all'IMU, l'imposta succeduta all'ICI.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi