E' morta Inge Feltrinelli, la signora dell'editoria italiana

. Cultura

Una vita da film per la signora dell'editoria italiana. E' morta Inge Schönthal Feltrinelli, che il prossimo 24 novembre avrebbe compiuto 88 anni. Figlia di ebrei tedeschi, fotografa e giornalista, moglie di Giangiacomo Feltrinelli - il coraggioso editore impostosi con la pubblicazione de "Il dottor Zivago" e "Il Gattopardo" - ha condotto una vita piena di passione e impegno, spesa per la cultura e per l'omonima casa editrice, che ha guidato per 50 anni. Imprenditrice tenace, con una fede indiscussa nel libro, ha garantito all'Italia un importante apporto culturale e di apertura al mondo in chiave moderna e cosmopolita. Dopo la tragica morte del marito 'rivoluzionario' sul traliccio di Segrate, nel marzo del 1972, fu la salvatrice della casa editrice, poi consegnata al figlio Carlo. Come fotografa riuscì a ritrarre personaggi come Greta Garbo, Gary Cooper, Elia Kazan, John Fitzgerald Kennedy, Winston Churchill, Ernest Hemingway e Pablo Picasso. Prese le redini della casa editrice, superando passaggi non facili e la Feltrinelli oggi può vantare oltre 2000 titoli, una ventina di autori insigniti del Nobel - da García Márquez a Nadine Gordimer a Günter Grass - e la posizione di terza casa editrice italiana. Nel 2005 viene costituita la Holding Effe 2005, che porta sotto la sua ala sia la casa editrice sia le Librerie Feltrinelli, radicata e diffusa presenza sul territorio di punti vendita, e realizzerà una moderna rete virtuale, "La Feltrinelli.it".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi