Cina, Financial Times spiega la crisi. Forse e' a "fine corsa"

. Economia

Forse la Cina e' a fine corsa e si appresta a diventare molto simile a noi. Non e' facile spiegare perché Pechino da sola, possa fare tremare l'economia mondiale con un pauroso effetto domino. E' George Magnus sul Financial Times a dare una spiegazione attraverso quattro grafici di come il rallentamento dell'economia cinese possa condizionare spaventandoli i mercati mondiali. Il problema vero e' che non si tratta di una perturbazione transitoria, bensì sembra appropinquarsi la fine del modello cinese, così come lo avevamo finora conosciuto. Un primo grafico dimostra come la Cina detenga una fetta del Pil globale paragonabile a quello degli Stati Uniti. Poi il petrolio, con la Cina che da sola consuma l'11% della produzione mondiale. Infine gli ultimi due grafici forniscono la fotografia del consumo della Cina di rame (57% del totale mondiale) e dell'importazione ferro, un impressionante due terzi dell'importo globale. Semplice capire l'effetto domino. Anche se l'economia rimane terreno a volte incomprensibile o perlomeno difficile da prevedere per gli sessi economisti, che molto spesso non azzeccano le previsioni. Dovute ad una serie di fattori molto variabili ed interdipendenti tra loro. L'economia, traduzione letterale dal greco, significa "gestione della casa". Ed allora molte voglie sarebbe meglio affidarsi anziché ad equazioni e ad esercizi contabili complicatissimi al semplice "conto della serva". Ovvero se spendi 10 e ne incassi nove sei in attivo, altrimenti alla fine fallisci. C'e' l'Italia che spende di più di quanto entri in cassa ma che può contare sul risparmio degli italiani che, tra l'invidia generale soprattutto tedesca e francese, e' il più ricco tra i tutti i paese europei. E poi un cenno merita anche la finanza, con le sue azioni che a volte somigliano alle "cani stracci" di un celebre film di Pozzetto. Vale a dire che a fronte di una liquidità non corrisponde un valore dello stessa quantità nell'economia reale. Ed alla lunga e' come uno che spende più di quello che guadagna. Anche questo e' un modo per capire certe crisi. I cinesi hanno ottenuto una liquidità maggiore rispetto al valore delle loro aziende. Ed ora arriva il momento di rifare i conti.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi