Visco, banche italiane ben patrimonializzate ma va rivisto bail-in

. Economia

"Le banche italiane sono ben patrimonializzate, anche grazie all'azione prudente e pressante della vigilanza", dice il governatore di Bankitalia Ignazio Visco a Torino al Forex. Ed aggiunge: "I crediti deteriorati sono ampiamente coperti da svalutazioni e garanzie". Le parole di Visco richiamano quelle del presidente della Bce, Mario Draghi. "Non ci saranno nuove richieste di maggiori accantonamenti o di rafforzamento patrimoniale". Il governatore ha anche difeso l'operato di Bankitalia su Cariferrara, Carichieti, Banca Marce e Banca Etruria. "Non c'erano alternative concrete alla risoluzione, tranne quella ben più traumatica della messa in liquidazione", il suo commento. Su un punto Visco insiste: l'Italia dovra' chiedere la revisione da avviare entro giugno del 2018 del Bail-in, ovvero le perdite a carico dei correntisti in caso di crisi bancaria. Secondo il governatore la stessa norma "contiene una clausola che prevede la revisione", "occasione che va sfruttata , facendo tesoro dell'esperienza". Nel frattempo Bankitalia chiede alle banche di creare, seguendo la possibilità offerta dalle norme europee, un fondo volontario per la gestione delle crisi "aggiuntivo rispetto ai sistemi obbligatori di garanzia dei depositanti". Secondo Visco il costo a carico delle banche "sarebbe compensato dai benefici che ne trarrebbero tutte le banche grazie alla rafforzata fiducia della clientela". Il governatore di Bankitalia ha anche parlato della crescita spiegando che il Pil italiano potrebbe aumentare intorno all'1,5% sia nel 2016 che nel 2017 ribadendo quanto stimato nell'ultimo bollettino economico. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi