"Ipotesi due euro, un eurino ed un eurone", la ricetta del Nobel Stiglitz

. Economia

Spaccare in due l'euro e' l'unica salvezza. E' questa l'idea del premio Nobel per l'economia, Joseph Stiglitz. Bisogna coniare Eurino ed Eurone per correggere il peccato originale che la moneta unica porta con se' dalla nascita. Ovvero un regime di cambi fissi la cui rigidità, non essendo tollerabile dai paesi più deboli, ha generato mostri come l'austerità e accelerato il processo di deflazione salariale. Insomma una moneta a doppia velocità un euro per il sud ed uno per il nord. Ma che possibilità ci sono per una simile soluzione? Il fatto e' che l'Italia ha già pagato  un caro prezzo entrando nell'euro, con il potere d'acquisto che rispetto alla lira si e' improvvisamente dimezzato. Ora il doppio euro sarebbe un altro costo per l'Italia, perché si tratterebbe di una forte svalutazione. Pericolo finora scongiurato dalla moneta unica, entrata in vigore i Italia il primo gennaio del 2012. Stigliz ha anche contestato gli interventi del capo della Bce, Mario Draghi, definendoli solo una copertura delle crepe dell'eurosistema. Forse e' meglio che i Nobel si limitino a fare i professori, la politica e' un'altra cosa. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi