Flat tax: prima le imprese poi, dal 2020, le famiglie. E' subito polemica

. Economia

Flat tax in due tempi: prima per le imprese, dal 2019; poi dal 2020 anche per le famiglie. Su quella che somiglia ad una 'frenata' nell'attuazione del programma del governo giallo-verde (le parole Alberto Bagnai, un economista vicino a Salvini in odore di sottosegretariato al Tesoro) si è sviluppata subito una polemica che ha visto Pd e Forza Italia inalberarsi: i dem accusando i gialloverdi di fare propaganda e di essere solo bravi a copiare "quello che ha già fatto Renzi", gli azzurri - che avevano la flat-tax in testa al programma del centrodestra - prendendosela con i leghisti che per dirla con Brunetta "stanno già suicidandosi". Insomma un putiferio che le parole di un altro economista della Lega, Armando Siri, il papà della flat tax, non sono riuscite a placare. Tutto è cominciato stamane quando in tv il senatore del Carroccio Alberto Bagnai ha detto: "Mi sembra che ci sia un accordo sul fatto di far partire la Flat tax sui redditi di impresa a partire dall'anno prossimo. Il primo anno per le imprese e poi a partire dal secondo anno si prevede di applicarla alle famiglie". Il Pd ha reagito subito: "Osservo che già si mettono le mani avanti dicendo che per quest'anno non se ne parla, come è diverso fare campagna elettorale e governare" è stato il commento di Tersa Bellanova, ex sindacalista e senatrice. "La cosa che colpisce di più - ha aggiunto - è che questa frenata sulla flat tax ai cittadini viene motivata dicendo che verrà privilegiata quella per le imprese. Beh, informo Bagnai e il 'governo del cambiamento' che  per le imprese c'è l'Ires da tempo e che i nostri governi, quelli a guida Pd l'hanno anche ridotta recentemente".  Scende in campo anche Maria Elena Boschi: "Copiano, non cambiano. I leghisti annunciano che si limiteranno all'Ires, ma c'è già e il governo Renzi l'ha ridotta". E il segretario reggente Martina: "Continua la presa in giro degli italiani da parte di Lega e M5S. Sulle imprese fanno finta di non sapere cosa abbiamo già fatto noi: Ires (dal 27,5 al 24%) e Iri (al 24% per le Pmi)". Molto polemici i commenti anche dal cotè azzurro. Uno per tutti, Brunetta:"Le dichiarazioni di Bagnai sulla flat tax sono chiacchiere che già disattendono il loro contratto e il programma del centrodestra. Stanno già suicidandosi". A metà giornata la precisazione di Amando Siri, altro economista targato Lega, che ' corregge' Bagnai e prova a correre ai ripari: "Non è vero dal prossimo anno la flat tax entrerà in vigore solo per le imprese, ci sarà anche per le famiglie. Poi tutto sarà a regime per il 2020". Ma l'incendio non viene domato.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi