Facebook integrerà messaggistica di Whatsapp, Messenger e Instagram

. Economia

Entro l'anno o al massimo all'inizio del 2020, Facebook integrerà i servizi di messaggistica istantanea Whatsapp, Messenger e Instagram, tutti controllati dal servizio di rete sociale fondato nel 2004 da Mark Zuckerberg. Lo riferisce il New York Times, secondo cui le app continueranno a esistere in modo indipendente, ma l'infrastruttura tecnologica sarà comune, in modo che i messaggi possano viaggiare tra i diversi servizi. Una volta completata la fusione un utente di Facebook potrebbe comunicare direttamente con qualcuno che possieda soltanto un account WhatsApp, cosa che attualmente è impossibile. Secondo il quotidiano statunitense si tratta dell'inizio di un "lungo processo", sulla base di un progetto personale dello stesso Zuckerberg, in precedenza ufficialmente sempre negato, perché l'idea di collegare i sistemi di messaggistica aveva causato "conflitti interni" all'azienda. È stato questo il motivo - ricorda il NYT - per cui i fondatori di Instagram, Kevin Systrom e Mike Krieger, e di WhatsApp, Jan Koum, hanno lasciato la Facebook Inc. l'anno scorso. Commentando le indiscrezioni di stampa un portavoce di Facebook ha spiegato: "Vogliamo costruire le migliori esperienze di messaggistica possibili. Le persone vogliono scambiarsi messaggi in modo veloce, semplice, affidabile e privato. Stiamo lavorando per rendere più facile raggiungere amici e familiari attraverso i diversi network". Quindi, ha aggiunto: "Chiaramente in una fase come questa, in cui stiamo iniziando a definire i dettagli per capire come rendere tutto questo possibile, sono ancora molte le discussioni e i confronti in atto". Secondo alcuni analisti rendere la suite delle app di Facebook più strettamente collegata, potrebbe anche fare sì che in futuro possano rivelarsi più complessi e difficili eventuali spacchettamenti dell'impero della multinazionale Usa, qualora governi o regolatori anti-trust dovessero decidere misure in tal senso.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi