Auto, FCA e Renault cercano accordo. Nascerebbe maggior gruppo mondiale

. Economia

FCA è in "trattative avanzate" per un'ampia collaborazione con Renault, il gruppo automobilistico francese che, in alleanza con le giapponesi Nissan e Mitsubishi, è tra i primi produttori di auto a livello mondiale. Fondata nel 1899, Renault venne nazionalizzata dopo la seconda guerra mondiale e riprivatizzata negli anni '90 del secolo passato. L'indiscrezione è stata resa nota dal Financial Times e si inserisce nel processo di riorganizzazione a livello internazionale dell'industria automobilistica. La diverse case in tutti i continenti puntano ad accordi per confrontarsi con le sfide strutturali del settore, a partire dall'innovazione dell'auto elettrica e dell'auto senza guidatore. FCA (Fiat Chrysler Automobiles) è un'azienda italo-statunitense di diritto olandese, ottavo gruppo automobilistico al mondo, nato nel 2014, con l'acquisizione, da parte di Fiat del pacchetto azionario di Chrysler Group, per le scelte sviluppatesi sotto la presidenza di Sergio Marchionne. L' intesa Renault-Nissan-Mitsubishi è stata scossa recentemente dall'arresto in Giappone di Carlos Ghosn, imprenditore brasiliano, principale manager del gruppo, per presunti illeciti finanziari. Al momento né FCA né Renault  commentano le indiscrezioni di stampa, ma si ricorda una recente affermazione dell'amministratore delegato di Fca, Mike Manley, sempre all'autorevole quotidiano economico britannico, in cui precisava: "Se c'è una partnership, una fusione o un accordo che ci rende più forti, allora sono assolutamente aperto a valutare". Gli esperti stanno cercando di capire in che misura Nissan sia coinvolta. Secondo il quotidiano della City, per Renault l'alleanza sarebbe particolarmente importante per il radicamento di FCA in Nord America, area in cui Renault non è presente, ma anche perché FCA controlla marchi come Alfa Romeo e Maserati, che occupano segmenti di mercato di profilo alto in cui Renault attualmente non compete. FCA e Renault già collaborano nel settore dei veicoli commerciali nella costruzione del furgone "Talento". Il Financial Times nota poi che se FCA dovesse entrare nell'alleanza Reanult-Nissan-Mitsubishi, la "bilancia del potere" all'interno della partnership franco-nipponica "si sposterebbe ulteriormente dal Giappone" verso l'Europa, "portando al tavolo John Elkann". Il gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi in intesa con FCA diventerebbe di gran lunga la prima casa automobilistica al mondo con 15,6 milioni di vetture prodotte all'anno, superando largamente il gruppo Volkswagen e i suoi 10,8 milioni di automobili. I sindacati in Italia chiedono chiarezza al gruppo del Lingotto e al governo. Il segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile automotive, Michele De Palma, sottolinea: "Apprendiamo dagli organi di stampa l'esistenza di trattative avanzate tra FCA e Renault. È urgente che il presidente del Consiglio e il ministro dello Sviluppo economico si assumano la responsabilità di convocare un tavolo con azienda e sindacati per chiarimenti sul futuro industriale e occupazione delle lavoratrici e dei lavoratori del gruppo".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi