Scoperta un'altra Terra: un pianeta 'gemello, si chiama Kepler 452b. Potrebbe ospitare la vita

. Esteri

Nell'universo esiste un altro pianeta "simile" alla Terra, una sorta di pianeta 'gemello', che gira intorno ad un suo sole e dista 1.440 anni luce da noi. Ha già un nome: Kepler 452b. Potrebbe aver ospitato la vita e non è escluso che potrebbe ospitarla ora. L'annuncio, clamoroso, è della Nasa che ha rivelato gli ultimi dati provenienti dal telescopio spaziale Keplero, lanciato nel 2009. L'Agenzia spaziale americana aveva annunciato che gli astronomi erano sul punto di trovare "qualcosa che le persone hanno sognato per migliaia di anni", oggi la conferenza stampa con le ultime analisi. Kepler 452b ha un'età di 6 miliardi di anni e riceve il 10% in più di energia dalla sua stella rispetto alla Terra. La sua dimensione è compatibile con quella della Terra e il suo sistema solare anche. La stella attorno alla quale orbita Kepler 452b ha caratteristiche simili a quelle del Sole: è del 4% più grande e del 10% più luminosa. Il pianeta orbita intorno alla sua stella in 385 giorni a una distanza di circa 150 milioni di chilometri, la stessa che separa la Terra dal Sole. Non è ancora accertato che il pianeta - rilevato grazie agli effetti gravitazionali e di variazione della luminosità della loro stella - sia effettivamente roccioso: la Nasa stima tuttavia le probabilità in poco più del 50%. Gli anni su Kepler 452b sono della stessa lunghezza che qui sulla Terra e ha trascorso miliardi di anni intorno la zona “abitabile” della sua stella. Il che significa che potrebbe aver ospitato vita sulla sua superficie a un certo punto, o potrebbe ospitarla ora. A fare lo storico annuncio è stato John Grunsfeld (Nasa) durante un briefing con altri esperti: "Si tratta - ha spiegato - del pianeta “gemello” più vicino alla Terra, una sorta di cugino più anziano, osservato dal telescopio Keplero".  

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi