Killer in diretta tv: uccide reporter e cameraman e poi si suicida dopo aver postato tutto su Facebook. Su Twitter il movente: "Alison aveva fatto commenti razzisti"

. Esteri

Un duplice omicidio in diretta tv. E poi lo ha postato su Facebook (foto da Repubblica.it). Un afroamericano ha sparato ad una reporter di una tv locale, la WDBJ, e al suo cameraman che stavano intervistando la presidente della camera di commercio del posto per 'vendicarsi' di alcuni commenti "razzisti" fatti dalla giovane ex-collega. Poi secondo l'Fbi, mentre scattava la caccia all'uomo, si è ucciso fuggendo lungo l'autostrada 66 e dando su Twitter prima di uccidersi la sua versione dei motivi che lo avevano indotto a sparare: i commenti razzisti nei suoi confronti. E' successo a Moneta, in Virginia (Usa). Vester Lee Flanagan, questo il nome del killer, aveva lavorato per un anno presso la stessa emittente delle due vittime. "Alison ha fatto commenti razzisti. L'hanno assunta dopo questo?", ha postato il killer sul social media riferendosi alla reporter uccisa. Le vittime sono la giornalista Alison Parker, di 24 anni e l'operatore Adam Ward, di 27 (le foto da Repubblica.it)

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi