Siria, mossa di Putin in aiuto di Assad, il groviglio di Obama

. Esteri

Soldati russi in azione in Siria contro i terroristi dell'Isis ma in favore di Assad ed altri sono pronti a partire. Inviate anche due navi da sbarco con carri arati e aerei. I russi sono in due basi strategiche, una sulla costa di Latakia, la seconda più all'interno. Mosca ha ammesso di avere inviato armi ad Assad per contrastare il "terrorismo internazionale", spiegando che non c'e' alcun embargo che vieta di fornire armi alla Siria. Il ministro degliEsteri russo, Sergei Lavrov ha raccontato che i militari sono presente in Siria già da anni e che il Cremlino coninera' ad aiutare Damasco, per evitare che in Siria avvenga quanto successo in Libia. Il tutto pur non cogliendo impreparata Washington ha fatto indispettire Obama che si e' incartato sul fronte caldo della lotta al terrorismo. Gli Usa vorrebbero si sconfiggere il Califfato, ma vorrebbero anche contemporaneamente sbarazzassi di Assad e non rinforzare il suo alleato russo, che conta molto sulla base navale di cui dispone sulla costa siriana. Putin ha buon gioco di fronte al groviglio della Casa Bianca e continua a rivendicare un ruolo nella crisi siriana. Non e' disposto a permettere che il presidente Assad venga travolto  da una paradossale convergenza tra l'Isis e le democrazie occidentali. Occidente che sembra avere sbagliato tutto a partire dalle primavere arabe, che hanno avvantaggiato i terroristi, pur portando alla caduta di alcuni dittatori. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi