Corbyn, il "vecchietto" astemio e vegetariano, il ribelle nuovo leader del Labour che sfiderà Cameron

. Esteri

Jeremy Corbyn, "vecchietto" per una politica ormai domina dai giovani, pacifista, anti monarchico, anti americano, eurotiepido, socialista e populista e' l nuovo leader del Labour party inglese. L'evento e' così' eccezionale che i bookmakers lo davano 200 a 1. Sta di fatto che Jeremy, faccia simpatica, ha preso la leadership del partito che fu di Blair. Ha simpatie per il greco Syriza, lo spagnolo Podemos, ma anche per per le formazioni di estrema destra, compreso il francese, Front National. Ha avuto tre mogli, l'ultima ha 20 anni di meno. E' vegetariano e teetotaler, ovvero completamente astemio. Dice che uccidere Osama Bin Laden "e'stato un grande errore, una tragedia nelle tragedie". Poi fa un paragone tra lui e Blair: "Se Tony stringe la mano ad uno dei capi di Hamas e' un grande leader. Se io dico che occorre dialogare con ogni parte, Hezbollah compresi, sono un amico dei terroristi". E sarà lui a sfidare David Cameron alle prossime elezioni.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi