La Grecia chiamata a scegliere per la terza volta in un anno.

. Esteri

Nuove elezioni in Grecia, le terze in questo 2015. E' stata una scommessa voluta da Tsipras il leader di Syriza, che si e' spaccata dando anche vita ad un partito ancora più a sinistra. Lui spiega il perché: "Mi gioco la testa ma serve un mandato forte". Il leader di Syriza cerca la conferma dopo l'accoro firmato con i creditori internazionali. Ma secondo i sondaggi e' un testa a testa con il leader di Nuova democrazia, il partito conservatore guidato da Meimarakis, che vuole vincere e promette un governo di unita' nazionale". Tradizionalmente i seggi chiudono in Grecia al calar del sole, e dalle 18 cominceranno ad aversi i primi dati. La campagna elettorale e' molto diversa dalla nostra e con meno regole. Si combatte fino all'ultimo voto, con banchetti davanti ai seggi. Nelle scuole adibite a seggio può entrare qualsiasi accompagnatore che può anche scattare tutte le foto che vuole, anche in cabina. Sono chiamate alle urne circa 10 milioni di persone.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi