Tornado presto in azione, Renzi preferisce evitare voto Parlamento e vorrebbe intesa anche con Mosca che difende Assad

. Esteri

L'Italia si sta preparando a bombardare con i suoi Tornado l'Isis. Entro fine ottobre. Renzi preferirebbe allargare il consenso in Parlamento ma evitare il voto dell'aula. La strada più semplice e meno ricca di incognite, con la sua sinistra sempre pronta a trabocchetti, appare al premier quella di una semplice informativa, anche perché nell'agosto del 2014, il Senato concesse il via libera alla missione in Iraq, prevedendo anche missioni di attacco. Potrebbero essere le due commissioni Difesa di Camera e Senato, a valutare e decidere sulle prossimi missioni. Il voto dell'aula oltre a presentare numerose incognite avverrebbe in un momento delicato che coincide con l'avvio del Giubileo. Con conseguenti timori legati al terrorismo. Sulla necessita' di partecipare direttamente ai raid insistono, ormai da settimane i comandi militari, pressati dagli alleati. La convinzione di palazzo Chigi e' che sia necessario creare il massimo consenso politico possibile, utilizzando lo stesso schema di quando si decise di inviare armi ai peshmerga curdi. In Iraq ci sono già più di 500 militari italiani, equipaggiati con aviorifornitori, due Predator, un aereo per il rifornimento in volo, oltre quattro Tornado, attualmente utilizzati solo con compiti di ricognizione. Altra cosa che Renzi vorrebbe e' trovare un'intesa con Mosca. In modo che ognuno non faccia per conto proprio, perdendo magari di vista l'obiettivo principale. Nell'area c'e' una gran confusione e la storica lotta tra sunniti e sciiti sembra prevalere su tutto, anche su dittatori e terrorismo. Molte le alleanze che si mischiano in un groviglio di interessi, con paesi, che senza dirlo, appoggiano o quantomeno non contrastano il Califfatto, perché sunnita come loro. La Turchia e l'Arabia Saudita ne sono un esempio. Così' Putin si e' alleato con gli sciiti, Assad in testa, anche per proteggere il sto sbocco sul Mediterraneo. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi