"Mi faccio clonare il cane", ma non sarebbe meglio comprarne uno della stessa razza?

. Esteri

Fino a centomila dollari, minimo cinquantamila per fare clonare il proprio cane. E' la stramba idea di qualche ricco americano per cercare di  sostituire l'amico fedele che sta per lasciarlo. Usata dapprima per riprodurre il patrimonio genetico di preziosi cavalli purosangue, la clonazione può ormai essere applicata anche agli animali domestici. I clienti sono in continuo aumento dal 2007  e le liste d'attesa sono lunghe perché si tratta di un'operazione molto complessa. Per avere un risultato sono necessari diversi tentativi. E sul mercato si stanno affacciando diverse società che intravedono un nuovo business. Bisogna dire che clonare un gatto e'decisamente più economico. Si può cavarsela anche con soli vnticinquemila dollari. E si accende il dibattito tra etica e scienza. C'e' anche una società che con appena 1600 dollari conserva i campioni del Dna degli animali, magari in attesa che i prezzi si ribassino, con l'allargamento del mercato. C'e' pero' un grosso ma, i nuovi nati non sono mai uguali ma solo simii al genitore  ed anche molto più fragili. Allora non sarebbe meglio comprarsi un cane stesa razza? Qualunque conoscitore di cani sa bene che cani della stessa razza finiscono per avere caratteristiche molo simili.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi