Bombe francesi su Raqqa, roccaforte dell'Isis in Siria. L'aiuto degli Usa. Gli attentati a Parigi ordinati dal 'Califfo'

. Esteri

La risposta francese agli attentati che hanno insanguinato Parigi non si è fatta attendere. Stasera aerei francesi hanno bombardato alcune postazioni dell'Isis a Raqqa, la 'capitale' del sedicente Stato islamico in Siria. Secondo le prime informazioni almeno dieci cacciabombardieri avrebbero sganciato una ventina di bombe su un centro di comando e su un campo di addestramento dell’Isis. Gli Stati Uniti starebbero fornendo alla Francia dati di intelligence per i raid. Gli aerei dell'aviazione francese entrati in azione stasera sarebbero partiti dagli Emirati Arabi Uniti e dalla Giordania. In serata, dal fronte delle indagini sugli attentati di venerdì, si era avuta la notizia che sarebbe stato Abu Bakr al-Baghdadi, il Califfo, a ordinare personalmente ad una cellula jhadista formata da 24 persone, e per questo addestrata in Siria, proprio a Raqqa, l'azione terroristica nella capitale francese che ha provocato la morte di 132 persone.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi