Blitz a St. Denis: hashtag 'jesuisdiesel', commozione per il pastore tedesco ucciso dai terroristi

. Esteri

Sono le 4,30 del mattino, quando la polizia arriva per il blitz in un appartamento a St.Denis, quartiere a Nord di Parigi. Sono ancora tutti immersi nel sonno, quando comincia l'operazione. La prima ad essere mandata avanti e' una bella femmina di pastore tedesco di 7 anni, dallo sguardo dolce, Diesel. Un cane che ha partecipato con successo a molte operazioni. Il suo compito e' di fiutare per valutare la minaccia della presenza di polvere da sparo. Ma e' subito stato ucciso, la prima vittima del blitz. Ora sui social e'comparso l'hashtag 'jesuidiesel'. Ed e' salito rapidamente nella classifica della top trend. Il pastore tedesco faceva parte di un'unita' cinofila di pastori tedeschi addestrati per intervenire in situazioni di pericolo, presa di ostaggi, ricerca di esplosivi o persone. La notizia che ha commosso tutto il mondo amante degli animali, e che ha scatenato polemiche con quelli a cui i cani piacciono meno, e' stata data dalla Policie Nazionale francese sull'acconto Twitter. Un modo per rendere onore al cane "eroe".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi