Inquietante fotografia: A Wembley in 100mila intonano la Marsigliese, ad Istanbul fischi e coro "Allahu Akbar"

. Esteri

Una fotografia per certi versi inquietante quella delle immagini andate in onda ieri di due stadi, mentre si commemoravano le vittime di Parigi. A Wembley una folla di centomila persone ha intonato la Marsigliese, con tifosi inglesi con magliette e bandiere rosse, bianche e blu, i colori francesi, uniti nel loro grido contro i terroristi ai tifosi francesi che non hanno voluto mancare al simbolico appuntamento. Con le parole della Marsigliese proiettate sul maxi schermo ed intonate dai giocatori, abbracciati delle due squadre. Poi le corone di fiori desposte a bordo campo in onore delle vittime di Parigi. Immagini molte diverse quelle provenienti dalla stadio di Istanbul. Li' era previsto per evitare problemi maggiori solo un minuto di silenzio per le vittime della strage di venerdì 13. Minuto dove si sono uditi solo fischi e nel sottofondo cori "Allahu Akbar", Allah e' grande. Nella Turchia, che vorrebbe entrare nell'Europa, vivono 90milioni di musulmani, a prevalenza sunnita. La stessa etnia dei terroristi dell'Isis. In Turchia non sono certo tutti terroristi, ma ci sono segnali da non sottovalutare per valutare quando sia profonda, al di la' del terrorismo, la differenza tra l'Occidente e l'Islam.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi