Francesco in Kenya parla ai giovani "Non accettate lo 'zucchero' della corruzione, che è dappertutto, anche in Vaticano"

. Esteri

Ultimo giorno di papa Francesco in Kenya. Stasera sarà in Uganda prima di spostarsi poi verso Bangui, in Centroafrica, ultima tappa del suo vaggio in questo continente, dove il 29 aprirà la porta dell'Anno santo straordinario. A Nairobi il pontefice ha visitato la bidonville di Kangemi ed ha incontrato i giovani allo stadio Kasarami. Qui li ha esortati a non cedere alle lusinghe della corruzione: "Non prendeteci gusto. Non accettate questo zucchero che si chiama corruzione. La corruzione ci sottrae l'allegria, le persone corrotte non vivono la pace. La corruzione non è un cammino di vita. E' un cammino di morte". "La corruzione - ha spiegato - c'è in tutte le istituzioni, la corruzione è dappertutto, la corruzione c'è anche in Vaticano".  "La corruzione - ha concluso - è come lo zucchero, che è dolce e ci piace, ma a forza di prenderlo diventiamo diabetici, con la corruzione la nazione diventa diabetica". Poco prima davanti ai poveri della bidonville il Papa ha parlato di "terribile ingiustizia della emarginazione urbana" e di "ferite provocate dalle minoranze che concentrano il potere, la ricchezza e sperperano egoisticamente mentre la crescente maggioranza deve rifugiarsi in periferie abbandonate, inquinate, scartate". Tutto questo, secondo Francesco, "si aggrava quando vediamo l'ingiusta distribuzione del terreno che porta in molti casi intere famiglie a pagare affitti abusivi per alloggi in condizioni edilizie per niente adeguate, un  accaparramento delle terre da parte di imprenditori privati senza volto, che pretendono perfino di appropriarsi del cortile della scuola dei propri figli".  Il "contesto di indifferenza e ostilità" di cui "soffrono i quartieri popolari", "si aggrava quando la violenza si diffonde e le organizzazioni criminali, al servizio di interessi economici o politici, utilizzano i bambini e i giovani come carne da cannone per i loro affari insanguinati".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi